Recensione iMac Pro: Potenza da vendere, ma non a tutti

Recensione iMac Pro, il top del top del top mai sfornato da Apple: Un all in one con una potenza inaudita, e sicuramente il più potente iMac (ma anche Mac) di sempre. Vale la pena acquistarlo? scopriamolo insieme.

Lo so, ho fatto una follia, e forse sono stato uno dei pochissimi in Italia ad aggiudicarmene uno, vista anche la spesa non proprio alla portata di tutti. E dopo averlo usato per qualche giorno, sono pronto quindi a dirvi cosa ne penso del Mac più potente di sempre in questa esclusiva recensione iMac Pro.

ACQUISTA IMAC SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

iMac Pro design ed accessori

Il design è il classico al quale ormai Apple ci ha abituato da tempo: uno chassis sottilissimo (complice anche l’eliminazione del lettore CD), rende questo iMac Pro un all-in-one davvero bello da vedere, soprattutto in questa esclusiva colorazione grigio siderale, molto simile alla colorazione che potresti già aver visto su iPhone 5s o iPhone SE per intenderci.

Completa la dotazione la magic keyboard 2 (anch’essa in colorazione nero ardesia con tanto di tastierino numerico che la rende un must per coloro i quali usano un Mac per produttività spinta), sottile e bellissima, e che si ricarica direttamente mediante il cavo USB-Lightning (anch’esso nero) incluso nella confezione, ed il magic mouse 2, space grey nella parte inferiore, nero ardesia lucido nella parte superiore, e che si ricarica mediante cavo lightning in dotazione.

Recensione iMac Pro - Magic Mouse 2 e Magic Keyboard 2 - 2

Come ti dicevo, rispetto al “vecchio” iMac 5K, cambia poco esteticamente. Tuttavia le differenze ci sono, e le ritrovi per lo più sul retro. Sono ora presenti 4 microfoni (e non più uno come su iMac 5K), due dei quali stanno sul frontale, accanto alla fotocamera FaceTime (che ora ha risoluzione 1080p e non 720p come su iMac 5k), e due sul retro, posti rispettivamente sullo spessore dello chassis, e subito più in basso.

Recensione iMac Pro - Microfoni Frontali accanto fotocamera FaceTime

Recensione iMac Pro - Microfoni posteriore

Anche la dotazione di porte si arricchisce: iMac Pro può contare su ben 4 porte USB 3 e 4 Porte USB-C Thunderbolt, con ben 2 porte USB-C in più rispetto alla passata generazione di Mac. E il motivo è facilmente intuibile: adesso iMac Pro supporta l’utilizzo contemporaneo di ben 2 display 5K o ben 4 display 4K.

Recensione iMac Pro - Magic Mouse 2 e Magic Keyboard 2 - 3

iMac Pro Display: lo stesso, ma migliore

Il display di iMac Pro è praticamente il medesimo di iMac 5K: risoluzione “retina 5K”  da 5120 x 2880 pixel e luminosità che stavolta sfiora i 500 nits. Non male davvero, anche in considerazione del fatto che stavolta, Apple ha scelto di allineare questo display alla gamma P3 e non più all’Adobe RGB: una scelta comprensibile, visto il target cui questo iMac Pro è rivolto, ovvero grafici e designer che sfruttano iMac Pro maggiormente per rendering video pesanti (leggasi 4K) o applicazioni che sfruttino la realtà aumentata (sulla quale Apple sembra voler investire parecchio, soprattutto alla luce di iPhone 8 Plus ed iPhone X, con il loro Chip A11 Bionic).

Si può aggiornare l’hardware di iMac Pro?

La risposta è si, sarà possibile aggiornare l’hardware di iMac Pro, anche se ovviamente è sempre bene lasciarlo fare all’assistenza Apple autorizzata. In particolare sia la RAM che la CPU che la SSD sono socketed. Questo significa che possono essere rimosse e sostituite con altre componenti di maggiore potenza: tuttavia tali componenti (a differenza di quanto avveniva in passato, ove la RAM si poteva aggiornare semplicemente aprendo un piccolo cassettino in basso) non sono direttamente accessibili. E’ possibile seguire alcune guide dedicate, come ad esempio quella del TearDown di iFixit, ma il consiglio base è sempre quello che ti ho fornito inizialmente: se qualcosa non la sai fare, o hai dubbi, falla fare a tecnici competenti.

iMac Pro Hardware: potenza da vendere

Come penso saprai, la cifra per portarsi a casa un iMac Pro non è di certo alla portata di tutti: io ho scelto la configurazione base, che ti mostro di seguito

  • CPU:Intel Xeon W 3.2 GHz
  • SCHEDA VIDEO: Radeon Pro Vega 56 8GB
  • RAM: 32 GB 2666 MHz DDR4
  • SSD: 1 TB

Una configurazione davvero ottima, e che mostra tutta la sua potenza, soprattutto nei rendering, configurazione che tra l’altro permette di avere, grazie al nuovo sistema di ventilazione a due ventole simmetriche, un iMac Pro del tutto silenzioso anche durante le operazioni più impegnative.

Chi mi conosce (se mi segui ad esempio su Instagram o sei iscritto sul mio canale YouTube) sa che, pur essendo un ingegnere, non sono propriamente un patito di numeri sterili, ma preferisco sempre considerare l’esperienza d’uso di un prodotto.

Tuttavia, questo iMac Pro per forza di cose necessita di qualche dato, dato che ho ricavato con benchmark che ho eseguito per te e per i quali ti  mostro i risultati di seguito:

iMac Pro Benchmark con GeekBench 4

I test eseguiti con GeekBench 4 non danno adito ad equivoci: la CPU Intel Xeon W con ben otto core che viaggiano alla frequenza di 3.2 GHZ di iMac Pro registra su GeekBench 4 il punteggio di 5608 in Single Core e ben 30810 in multi core, superando di 374 punti in single core addirittura un Intel Core i7, e di ben 15836 punti lo stesso I7 in Multi Core.

I test condotti sulla GPU invece hanno fatto registrare un punteggio di 149217 punti in OpenCL Score, con una differenza sulla diretta concorrente, la AMD Radeon R9 Fury di ben 11192 punti.

Parecchio più interessante è stato il test condotto con Unigine Heaven Benchmark, il quale ha confermato le mie ipotesi: iMac Pro è non è di certo una Gaming Machine, ma è più orientata al calcolo spinto:

iMac Pro: BeenchMark con Unigine Heavern Benchmark

Recensione iMac Pro - Test Unigine Heaven Benchmark GPU

Per quanto riguarda i test condotti sulla SSD di iMac Pro, hanno rivelato velocità in scrittura di circa 3 GB/s ed in lettura di 2.5 GB/s.

iMac Pro: Desk Speed TestRecensione iMac Pro - Test BlackMagic SpeedTest SSD

Il risultato che ne deriva è evidente: la copia di file di grandi dimensioni, complice anche il nuovo APFS (Apple File System) è pressoché istantanea.

ho quindi utilizzato iMac Pro con Final Cut Pro, l’editor video realizzato da Apple. Qui iMac Pro ha davvero sfoderato le unghie, effettuando un rendering di un file 4K in circa il 50% in meno del tempo richiesto dal vecchio iMac 5K, confermando quindi come la sua mission sia essenzialmente quella di macchina votata alla produttività.

Conclusioni su iMac Pro

iMac Pro è una macchina che, come dicevo all’inizio di questo articolo ha potenza da vendere, ma questa potenza non è per tutti: se cerchi un PC Gaming, lascia stare iMac Pro, e rivolgiti a soluzioni Windows ben più collaudate. Se però sei un professionista che opera nell’ambito dell’editing foto o video, o dello sviluppo di app e software che richiedono notevole onere computazionale (sto pensando ala realtà aumentata), o se peggio ancora sei un fissato irrecuperabile per il brand Apple (come ad esempio gli amici e colleghi di Italiamac), iMac Pro è sicuramente la macchina che fa per te.

ACQUISTA IMAC SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

⬇️VUOI CONTATTARMI SU FACEBOOK? USA IL TASTO IN BASSO⬇️
RASSEGNA PANORAMICA
DESIGN
PRESTAZIONI
DISPLAY