Guadagnare con un blog: la guida completa e quel che non ti hanno mai detto

guadagnare con un blog - copertina

Guadagnare con un blog, soprattutto al giorno d’oggi, può sembrare un miraggio.

In realtà, ti posso assicurare che è una cosa relativamente facile.

Io sono uno Youtuber ed un Marketer, è vero. Ma se mi stai leggendo, sicuramente avrai capito che sono anche un blogger.

Certo, non sarò sicuramente il più conosciuto dei blogger italiani.

E’ anche vero che tindarobattaglia.it non sarà uno dei blog italiani più letti in assoluto nel panorama nazionale.

Eppure posso assicurarti che so il fatto mio, e posso assicurati che questo blog mi fa guadagnare.

Mi fa guadagnare cifre ben superiori a quelle di uno stipendio di un impiegato tipo. Ed il tutto in maniera quasi automatica.

guadagnare con un blog - tindaro battagliaLo so, la seconda domanda ti sorgerà spontanea: quanto guadagna un bloggerquanto si guadagna con un blog? A questa domanda in realtà non vi è una risposta ben definita.

Con questa  mia guida su come aprire un blog e guadagnare tuttavia, posso assicurarti che, con costanza e dedizione, anche tu riuscirai nell’impresa.

Una impresa che, intendiamoci, è tutt’altro che facile. Eppure è una impresa possibile.

Del resto, ci sono riuscito io, quindi puoi riuscirci anche tu (abbiamo entrambi due gambe, due braccia, una testa, un cervello).

Certo, non ti sto certamente parlando di fare soldi facili. Guadagnare con un blog richiede costanza, molta costanza.

Richiede anche una buona strategia, sia in termini di piano editoriale (scrittura degli articoli, collegamento, tema da scegliere), che di scelta dei sistemi che ti permetteranno di guadagnare con un sito.

Si lo so. Nella tua testa penserai: “cioè, io ti chiedo quanto guadagna un blogger, e tu mi spari parole che sono del tutto generiche?

Non ti preoccupare, vedrai come queste parole avranno un senso nel corso di questa guida.

Tuttavia, posso anche darti esempi di blog di successo, che hanno reso letteralmente ricchi i loro proprietari.

Pensa ad esempio a blog molto celebri come quello di Aranzulla, che fattura diversi milioni di euro l’anno. Pensa a blog come quello di Beppe Grillo.

Te ne ho citati solo due fra i più celebri, ma che già ti permettono di capire come si guadagna con un blog.

Prima di iniziare però, voglio darti qualche consiglio.

Il primo è quello di iscriverti a ROIBOOK, il mio gruppo gratuito all’interno del quale imparerai ad utilizzare le facebook ads in maniera corretta, ma soprattutto con un buon metodo.

Inoltre, ho realizzato un articolo che tratta di facebook ads, lo troverai in questo blog cercando facebook ads guida definitiva. In esso troverai molti spunti e suggerimenti per realizzare una campagna facebook di successo.

Come dici? cosa c’entra facebook con il guadagnare con blog? Beh, lo vedremo quando parleremo delle fonti di traffico da utilizzare per monetizzare con un blog.

Tuttavia, fin da ora pensa bene a quello che sto per dirti. cos’è un blog? non è altro che un contenitore.

Come ogni contenitore, ha bisogno di qualcosa da versare (i tuoi articoli), ma anche di qualuno che usufruisca dei tuoi articoli.

Di qualcuno che sia interessato a ciò che scrivi, e che possa anche compiere azioni che ti permettano di guadagnare soldi online direttamente stando seduto a casa tua, o sotto la palma di una bella spiaggia esotica.

E come trovi le persone interessate a ciò che scrivi? semplice, potrai usare una qualsiasi delle fonti di traffico che ti suggerirò in seguito. Tuttavia, una fonte di traffico davvero eccezionale (ma che richiede dindini, leggi soldi) è appunto facebook ads.

Faceboook ads è uno strumento davvero potente, ma che deve saper essere usato per evitare spreco di denaro. Nella mia guida ti insegno come fare, mentre su ROIBOOK troverai parecchie strategie che ti permetteranno di restare al passo coi tempi.

Fatta questa piccola premessa, direi che è ora il caso di iniziare nel dettaglio di questa guida su come guadagnare con un blog.

Se quindi sei pronto, siediti, rilassati e prenditi del tempo. L’articolo sarà molto lungo (e completo) ma richiederà uno sforzo di concentrazione da parte tua davvero notevole.

Per guadagnare con un blog, dobbiamo prima crearlo!

guadagnare con un blog - come creare un blog

La prima cosa da fare se vuoi guadagnare con un blog, è appunto quella di creare il tuo blog.

Sono disponibili molte piattaforme che ti permetteranno di guadagnare con un blog gratuito, utilizzando domini di terzo livello. La più famosa tra queste è sicuramente WordPress, un hosting di blog molto importante che ti permetterà di creare il tuo blog gratuito ed iniziare a guadagnare con un blog WordPress.

Ti sconsiglio però di rivolgerti a soluzioni gratuite. In primo luogo a causa delle limitazioni in termini di plugin che potrai installare.

In secondo luogo, perchè un dominio di terzo livello semplicemente non è professionale.

Pensaci un attimo. Cosa penseresti se questo blog fosse un qualcosa del tipo tindarobattaglia.wordpress.com piuttosto che semplicemente tindarobattaglia.it?

In ultimo, un dominio professionale ti permetterà di essere più facilmente raggiungibile dai tuoi follower, a causa della url che sarà più facile e piccola, rispetto a quella di un dominio di terzo livello.

“OK Tindaro, è tutto bellissimo, ma dove compro un dominio?”

In realtà ci sono tantissimi fornitori di hosting che ti permetteranno, ad un prezzo davvero contenuto, di poter avere un tuo dominio personale ed uno spazio web.

Il mio blog per esempio (si, quello che stai leggendo proprio adesso), è hostato da misterdomain, un servizio di hosting che, ad un prezzo molto modesto, ti permetterà di usufruire di uno spazio web con gestione plesk, ed un tuo dominio personale (con possibilità di creare più sottodomini) con relativa casella mail.

E’ una soluzione che personalmente ho preferito a causa del buon rapporto prestazioni/costi.

Dopo aver acquistato il tuo spazio hosting, se hai accesso a Plesk (la piattaforma di gestione del tuo hosting web), potrai installare agevolmente un CMS (Content Managment System) che ti permetterà di realizzare il tuo blog.

Esistono tantissimi CMS in commercio, ma ovviamente ti consiglio l’uso di WordPress.

WordPress è un CMS del tutto gratuito ed altamente personalizzabile. Potrai personalizzare il tema, così come estenderne le funzionalità previste mediante una serie di plugin, sia gratuiti che a pagamento.

Di seguito, ti elenco il tema ed i plugin che utilizzo nel mio blog:

Tema Utilizzato: Newspaper

Plugins a Pagamento:

Plugins Gratuiti:

Come vedi, sono tutti plugin che mi permettono di ampliare le funzioni standard di WordPress, al fine di guadagnare col blog in maniera del tutto automatica.

Guadagnare con un blog: come scelgo cosa scrivere?

guadagnare con un blog - cosa scrivere in un blog

Superato lo scoglio della realizzazione fisica del tuo blog, si crea un altro problema per fare soldi con un blog.

Cosa scrivere? quali argomenti trattare?

Ti dico subito una cosa: sebbene moltissimi pensano ogni giorno di poter guadagnare dalle loro passioni, ben presto si ritroveranno con una cocente delusione.

Già, devo subito sfatare questo mito. Non tutte le passioni sono remunerative.

Io stesso ho delle passioni, che tuttavia sono ben lungi dall’essere monetizzabili.

Cosa fare allora? come prima cosa, vaglia le tue passioni, e scopri se c’è una richiesta di mercato.

Cosa intendo per richiesta di mercato? semplice, scopri se per le tue passioni vi sono prodotti (beni o servizi) che puoi monetizzare in qualche modo, ma soprattutto scopri se esiste una domanda forte per questi prodotti che ti permetta di capire come guadagnare con un sito web.

Prendiamo come esempio il blog che stai leggendo.

Tratta due argomenti ben distinti. Tecnologia e Web Marketing.

Ogni articolo che incontrerai in questo blog è attentamente studiato da più punti di vista, primo tra tutti quello della domanda.

Prima di iniziare un articolo infatti, vedo se quell’argomento ha interesse, che volume di ricerca può avere quel particolare interesse, e se la soluzione che posso proporre è monetizzabile.

Vuoi un esempio più specifico?

Molti vogliono assemblare un pc gaming, ma vogliono spendere al massimo 500 euro.

Ho quindi studiato alcune keyword, con strumenti (come SEOZOOM ad esempio, un ottimo tool per l’analisi e la progettazione SEO di siti web) che mi permettono di valutare il volume di ricerca di quella particolare keyword, e capire quale esso sia.

guadagnare con un blog - seozoom ricerca volume keyword

Ho realizzato un articolo (che puoi leggere qui) che descrive quindi quali siano le soluzioni per chi vuole configurare il suo PC senza spendere 500 euro.

Per ogni componente, inserisco un link ad Amazon, che è un link di affiliazione (ti spiegherò in seguito cosa significa).

Chiunque legga quell’articolo ed acquisti qualcosa da quei link, mi fa percepire una certa commissione.

Come vedi, in questo caso ho analizzato la mia passione (il tech), ho visto che vi era una domanda per la mia passione, e l’ho monetizzata.

La medesima cosa faccio ad esempio sul mio Canale YouTube.

Recensisco per passione gadget tech, guadagnando commissioni su chi deciderà di acquistare dai miei link.

Come vedi il processo è facile (e nel mio caso pure piacevole, visto che lo faccio per passione), ma richiede una attenta pianificazione di online marketing, che dia il risultato voluto.

Se quindi le tue passioni sono monetizzabili, segui quanto ti ho detto passo passo.

E se non lo sono? in questo caso dovrai rinunciare alle tue passioni per studiare una nicchia ben specifica che possa essere profittevole.

Potrai utilizzare sempre SEOZOOM in accoppiata a Google Trends per capire se la nicchia che hai scelto sia per attualmente ricercata, se abbia o meno una certa stagionalità (ovvero se sia maggiormente cercata in alcuni periodi dell’anno) o se non sia proprio considerata dai navigatori sul web.

Dopo aver scelto la nicchia, e quindi l’argomento da trattare sul tuo blog, il passo successivo è capire come guadagnare con un blog.

Come guadagnare con un blog? chi mi paga?

Cerchiamo adesso di capire chi dovrà pagarci materialmente per tutta la nostra fatica.

La scelta che ti si pone davanti è duplice.

Potrai scegliere di guadagnare mediante network di affiliazione, ovvero mediante circuiti di banner a cpc.

In realtà esistono anche altri metodi (ad esempio contatti direttamente uno sponsor, vendi guest post ecc..), ma soffermiamoci per ora su questi due mezzi.

Intanto che differenza c’è tra i due metodi?

Guadagnare con un blog di affiliazione

Scegliere di guadagnare con un blog di affiliazione, significa essenzialmente saper vendere un prodotto non tuo.

Dovrai saper convincere il tuo lettore. Dovrai descrivere non tanto il prodotto, quanto la soluzione che il prodotto fornisce ai problemi dei tuoi lettori.

Un vecchio detto nel marketing recita:

“le persone non vogliono comperare un trapano, vogliono fare un buco nel muro”.

Questo detto è eccezionalmente efficace nel farti capire come inquadrare la cosa.

Se scegli di guadagnare con le affiliazioni, dovrai rivolgerti ai network di affiliazione, che ti forniranno dei link affiliato.

Io uso parecchi network di affiliazione. Ad esempio, spingo molto con facebook ads molte offerte del Network Worldfilia, che attualmente non accetta iscritti se non su invito.

Ovviamente io posso invitarti, quindi se vuoi provare le offerta di Worldfilia potrai farlo iscrivendoti da qui.

Iscrivendoti a Worldfilia, avrai accesso ad una grandissima varietà di offerte che saranno pagate CPA (Cost Per Action).

Essenzialmente, per ogni offer avrai accesso a delle landing page che potrai pubblicizzare.

Per ogni landing page, ti verrà fornito un link affiliato.

Chiunque acquisti qualcosa da quel link, farà si che tu guadagni una commissione più o meno elevata.

Bello vero? l’unico problema è che se nessuno acquista nulla, ma vede solamente il prodotto, tu non guadagni nulla.

Ovviamente, potrai scegliere un certo vertical di offer. Per vertical intendo un insieme di offer che hanno un tema similare per una determinata nicchia.

Quindi, passerai a creare il tuo blog al cui interno siano contenuti articoli relativi a quella nicchia, con link di affiliazione. Questo farà si che le persone interessate leggano i tuoi articoli, clicchino sui link affiliato e, in caso di acquisto, ti facciano guadagnare la commissione.

CONSIGLIO

Se vuoi aumentare le tue conoscenze sulle affiliazioni, entra ora nel mio gruppo gratuito ROIBOOK. In esso svelo tips e strategie che ti permetteranno di capire meglio come funzionano le affiliazioni e facebook ads.

Guadagnare con un blog e banner a CPC

Andiamo al secondo metodo. Per guadagnare con piattaforme di banner a CPC (ovvero concessionarie che ti pagheranno a Costo per Click, famosissima ad esempio Adsense), dovrai registrarti su queste piattaforme, che ti daranno un codice (molto spesso Javascript).

Inserendo questo codice sul tuo blog, i visitatori visualizzeranno banner contestuali, cliccando i quali ti faranno percepire una commissione.

Ciò indipendentemente da un eventuale acquisto.

Lo svantaggio? se hai poco traffico, guadagnerai davvero poco, in quanto i click sui banner saranno pochi, e di conseguenza poco sarà il tuo guadagno.

Ok, ma quale metodo scegliere?

Fermo restando il fatto che potrai utilizzare indistintamente entrambi i metodi contemporaneamente per guadagnare con un blog, ti do subito un paio di consigli:

Se sei agli inizi, scarta subito l’idea di banner a CPC. Il tuo traffico sarà davvero esiguo inizialmente infatti, e rischieresti di guadagnare pochissimi euro l’anno.

In questo caso, inizia pure con un circuito di affiliazione. Le affiliazioni non richiedono molto traffico. Richiedono invece traffico qualificato.

Pochi visitatori che acquistano molto, possono renderti ricco.

Il secondo consiglio che ti do, è di non usare entrambi i metodi contemporaneamente, almeno non inizialmente.

Difatti, utilizzare affiliazioni e network a CPC, distribuirebbe i click tra i vari banner, facendoti potenzialmente perdere delle vendite (che ti frutterebbero di più) lato affiliazioni (fenomeno questo detto in gergo click loss).

Questa stessa strategia è quella che seguo attualmente sul mio blog. Ho iniziato dalle mie passioni (il tech) ed ho utilizzato banner di affiliazione Amazon.

Il mio traffico inizialmente era davvero esiguo (utilizzavo per lo più la SEO), ma non ti nascondo che i guadagni sono stati subito abbastanza buoni, grazie alla forte qualità del mio traffico.

Nelle affiliazioni infatti è meglio avere 20 visitatori al giorno fortemente interessati, che 1000 scarsamente interessati.

Guadagnare con un blog da influencer

Il massimo che ti possa capitare è riuscire a guadagnare per il solo fatto di essere un blogger autorevole in una determinata nicchia.

In questo caso avrai lettori che vorranno proprio seguire te. Vorranno seguire cosa fai durante il giorno, e cosa usi quotidianamente dei prodotti della nicchia del tuo blog.

In tal caso, potrai definirti un influencer. Un influencer è una persona autorevole in un certo campo. Tale autorevolezza viene riconosciuta da tutti gli appassionati di quel campo.

Io nel mio piccolo sono un influencer Tech, molto apprezzato su Instagram.

“Si Tindaro, ma come monetizza un influencer?”

Semplicemente mediante sponsorizzazioni di aziende di quel settore che ti pagheranno per pubblicizzare un loro articolo (indipendentemente dal fatto che poi chi legge quell’articolo acquisti quel prodotto o meno).

Sarai tu stesso ad essere contattato dalle aziende, alle quali potrai proporre il pagamento di una certa somma in cambio di una loro menzione, o della recensione di un determinato prodotto.

Per guadagnare con un blog serve traffico!

Andiamo all’ultimo punto di questa mia guida completa su come guadagnare con un blog.

Abbiamo parlato di come creare un blog. Ti ho spiegato come guadagnare soldi online sia mediante circuiti di affiliazione, sia mediante banner a CPC.

L’ultimo passo da compiere per capire come guadagnare con un sito è proprio quello di capire trovare il giusto traffico.

Qui ti devo subito fare una prima distinzione. Hai a disposizione essenzialmente due tipologie di traffico:

  • Traffico Gratuito
  • Traffico a Pagamento

Appartiene al primo gruppo, per esempio, il traffico che deriva dalla SEO (Search Engine Optimization). In buona sostanza dovrai ottimizzare i tuoi contenuti con tecniche di ottimizzazione onpage ed offpage, per posizionarti su Google.

Tutto questo blog è stato concepito in ottica SEO. Uso spesso tools come SEOZOOM, che mi permettono di valutare come si stiano posizionando i miei articoli, ed agire di conseguenza.

Un altro esempio di traffico gratuito è la tua lista mail di contatti. Creala sempre.

Io ad esempio ne ho una, e spesso invio ai miei contatti contenuti del tutto gratuiti che siano di loro interesse.

Crea la tua mailing list per qualsiasi argomento. Creala. E’ una fonte di traffico potentissima, ma soprattutto è una fonte di traffico che controlli (a differenza del traffico organico ottenuto dalla SEO).

Tra le fonti di traffico a pagamento invece, considera Adwords, Facebook ads (qui trovi la mia guida Facebook Ads) e traffico Native (ad esempio Outbrain, Taboola, Ligatus).

Cosa usare?

Personalmente uso entrambi le fonti di traffico.

Considera di usare la SEO. E’ un’arma molto potente per un blogger (io ho iniziato da zero, ed oggi posso dire di saperne qualcosina), ma è un’arma lenta.

Dovrai infatti aspettare che Google ti degni di uno sguardo, e questo avviene molto lentamente, soprattutto per un dominio nuovo.

Raccogli le mail di chi visita il tuo sito web.

E’ stato infatti dimostrato che circa l’80% di chi visita il tuo sito web, non tornerà una seconda volta a visitarlo.

Catturando la sua mail, potrai trasformarlo in un contatto che puoi controllare. Un contatto al quale potrai inviare nuovi articoli di suo gradimento, e contemporaneamente aumentare la percezione del tuo brand ai suoi occhi.

Per quanto riguarda le fonti di traffico a pagamento, esse ti danno il vantaggio di essere veloci. Tuttavia, dovrai spendere del denaro per portare utenti sul tuo blog.

Valuta quindi il rapporto RICAVI/SPESE (R.O.I. Return Of Investment) e vedi se il traffico a pagamento ti da un guadagno superiore alle spese complessive che dovrai sostenere.

In conclusione è facile guadagnare con un blog?

Ni. Nel senso che ti servirà un processo che porti un traffico freddo a diventare un tuo lettore e poi un cliente). Con la mia guida potrai impostare questa strategia, dovrai soltanto ragionare sui vari punti e capire come adattarli al tuo caso.

Se poi questa guida ti è piaciuta o ti è servita in qualche modo, potrai dimostrarmi la tua gratitudine con un commento (che è gratuito per te, appagante per me)

Alla prossima!

⬇️VUOI CONTATTARMI SU FACEBOOK? USA IL TASTO IN BASSO⬇️