Qualcomm, annunciato il primo smartphone con Snapdragon 865

Prima ancora di Qualcomm ci pensa un brand cinese di smartphone di lusso a rivelare il nuovo Snapdragon 865, CPU ad alte prestazioni dedicata ai top di gamma

1064
8848 titanium m6 snapdragon 865

Prima ancora della presentazione ufficiale dello Snapdragon 865, futura punta di diamante di Qualcomm che andrà ad equipaggiare i top di gamma del 2020, è stato già presentato uno smartphone basato su questo processore.

Non è uno Xiaomi, non è un OnePlus, non è di nessuno dei marchi noti del settore. 8848 Titanium M6 5G, questo il nome del dispositivo, è prodotto da un brand cinese poco conosciuto in Europa e che si occupa della produzione di smartphone di lusso.

8848 Titanium M6 5G, caratteristiche del primo smartphone con Snapdragon 865

Il nuovo Snapdragon 865 verrà probabilmente annunciato nel giro di qualche settimana, o comunque entro l’autunno 2019. Va a prendere il posto dell’ottimo Snapdragon 855 (a cui ha fatto seguito una versione Plus ancora più performante).

Questa CPU ha segnato un notevole passo avanti per i processori mobile, offrendo prestazioni e feature (basti pensare all’AI) di molto migliorate rispetto al passato. Anche il salto con Snapdragon 865 dovrebbe essere notevole, anche dal punto di vista della connettività.

8848 titanium m6 5g snapdragon 865
Nel corso della presentazione di 8848 Titanium M6 5G è stato fatto riferimento all’ultimo processore di Qualcomm, lo Snapdragon 865

Del resto il primo smartphone annunciato con a bordo questa CPU, l’8848 Titanium M6 5G, già dal nome lascia intuire la compatibilità con le reti mobili di nuova generazione. Un dispositivo sicuramente di nicchia, visti anche i prezzi soliti di 8848 (che si attestano in genere sulle svariate migliaia di euro), ma dalla scheda tecnica interessante.

12 GB di RAM e addirittura 1 TB per l’archiviazione, con un display AMOLED da 6,01 pollici. Design curato, materiali ricercati (il retro del dispositivo è in pelle), compatibilità con il 5G e un comparto fotografico che vanta un sensore da 64 Megapixel in grado di restituire scatti interpolati a 100 Megapixel.

Un prodotto di nicchia lontano dall’utente comune, ma che ci ha permesso di avere le prime certezze sull’arrivo imminente di Snapdragon 865.