Sharp AQUOS, il 4K alla portata di tutti

Sharp AQUOS, uno dei televisori 4K più economici ed eleganti in commercio, sembra essere il best buy di categoria: è veramente così?

8428
SHARP AQUOS

Cercando la miglior tv 4K, sicuramente ti sarai imbattuto nei televisori Sharp, che colpiscono per il loro prezzo ridotto. In questa recensione, prendendo in esame lo Sharp AQUOS 4K da 40 pollici, scopriremo se è tutto oro quello che luccica, o se c’è qualche inganno nascosto che possa distoglierci dall’acquisto.

ACQUISTALO AL MIGLIOR PREZZO SU AMAZON

Sharp AQUOS, costruzione e design

Lo Sharp AQUOS è un televisore 4K di fascia bassa, ma la costruzione non sembra rivelarlo: mancano i materiali premium che troviamo salendo di prezzo, è vero, ma la qualità c’è tutta, e fa rimpiangere poco un televisore più costoso.

SHARP AQUOS

Le dimensioni sono piuttosto contenute, lo spessore non è ridottissimo ma in linea con la fascia di prezzo: ottime le cornici, non borderless ma ridotte abbastanza da snellire il prodotto. Due piedini poco lontani dai vertici inferiori, forse con uno centrale si sarebbero avute più possibilità di posizionamento, ma con questa soluzione la tv ne guadagna in eleganza.

Sharp AQUOS, qualità d’immagine e esperienza visiva

Un televisore in grado di restituire immagini 4K, al prezzo dello Sharp AQUOS, fino a qualche anno fa era poco più che un sogno. Ora è invece realtà, e una realtà che posso dire dire molto soddisfacente. Le prestazioni del pannello 4K da 40 pollici di questa tv Sharp AQUOS sono veramente buone, non a livello dei top di gamma da diverse migliaia di euro, certo, ma paragonabili a quelle di televisori che costano anche il doppio.

Su un 40 pollici come questo, la differenza tra 4K e FullHD è percettibilissima anche agli occhi dei meno esperti in materia. La definizione c’è tutta, così come la resa cromatica, veramente apprezzabile su un prodotto di questa fascia di prezzo. Gli angoli di visione sono piuttosto limitati, questo è vero, ma è un limite che non inficia assolutamente l’esperienza complessiva.

L’HDR è presente e lavora anche molto bene, nonostante sia stato implementato in maniera piuttosto basica e poco personalizzabile (in generale, tutta la tv è piuttosto scarna di settaggi mirati). In particolare, soffre con ingresso video esterni (come le consolle ad esempio), mostrando talvolta qualche artefatto poco visibile.

Sharp AQUOS, comparto audio

Per un’esperienza cinematografica degna di nota la qualità d’immagine la fa certo da padrona, ma altrettanto importante è la resa audio del proprio televisore. Purtroppo per questa tv Sharp, non possiamo dire che l’audio sia a livello delle immagini.

Partiamo da un presupposto: il comparto audio è stato curato da Harman&Kardon, vero e proprio punto di riferimento nel settore audio per l’home entertainment. Sulla carta, quindi, ci si aspetterebbero delle performance di tutto livello, ma non è così.

Non è questione di volume e potenza in uscita, che anzi c’è tutto è garantisce un audio massimo veramente elevato, quanto di qualità sonora vera e propria. Tra frequenze tagliate e bassi presenti ma male amalgamati, l’esperienza finale è deludente, e rovina l’esperienza complessiva: basti pensare alla resa delle voci, parti fondamentali di un film, anch’essa poco naturale.

Sharp AQUOS, funzioni smart

Che una tv 4K a questo prezzo possa essere anche smart sembra strano, eppure è vero. Quanto possa essere buona nel farlo, è un altro paio di maniche. Incipit un po’ inglorioso per il lato smart di Sharp AQUOS, ma non potevo usarne uno diverso: come per l’audio, anche il lato “intelligente” di questo televisore lascia un po’ (tanto) amaro in bocca.

SHARP AQUOS

Tralasciando un attimo tutte le discussioni su quantità di funzioni e simili, concentriamoci sulla caratteristica che maggiormente colpisce a primo impatto: la fluidità. Ebbene, Sharp AQUOS sembra averla dimenticata. Una tv lenta, veramente lenta, che a tratti dà l’idea di inchiodarsi anche nelle operazioni più basilari.

La navigazione Internet c’è, ma implementata ad un livello difficilmente accettabile nel 2018. Va meglio usando app come Netflix e Youtube, che si comportano sufficientemente bene, ma anche in questo caso la mancanza di numerose app (visto il sistema operativo proprietario) rovina il tutto.

Sharp AQUOS, conclusioni

Sharp ha da sempre un occhio di riguardo all’innovazione: basti pensare allo Sharp AQUOS Crystal, uno dei primi smartphone quasi totalmente borderless, o, più recentemente, allo Sharp AQUOS S2, con il suo notch veramente particolare.

Lato TV, la sua presenza cresce di giorno in giorno, sopratutto grazie a linee come Sharp AQUOS, che offrono un rapporto qualità prezzo veramente invidiabile. Come abbiamo visto, però, i difetti ci sono e si fano sentire: se da un lato la resa visiva è incredibile per il prezzo di vendita, dall’altro un audio mediocre e, soprattutto, un lato smart veramente scarso, rovinano un prodotto estremamente interessante.

In definitiva, è un prodotto consigliato? Forse stranamente, dico sì: l’audio non è al top, è vero, ma non troppo peggiore di alcune controparti anche più costose. Più difficile da deglutire il lato smart, ma forse è più facile guardando a quanto si è speso.

ACQUISTALO AL MIGLIOR PREZZO SU AMAZON

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Miglior TV 4K

TV 4K Hisense 43 pollici

Miglior TV LED

Miglior TV Box Android

Recensione Apple TV 4K

Recensione LG 43UJ620V

Samsung UE40MU6470U recensione

RASSEGNA PANORAMICA
DESIGN
PANNELLO
AUDIO
FUNZIONI SMART
PREZZO