Miglior MacBook, il portatile di Apple non è mai stato tanto potente

Entra nel mio canale telegram per restare sempre aggiornato sulle nuove recensioni e le offerte tech del momento

Può un Mac fisso essere sostituito da un portatile che pesa poco più di 1 Kg ed entra comodamente in borsa? Sì, con il miglior MacBook di nuova generazione.

Certo, le workstation desktop di casa Apple hanno performance irraggiungibile per qualsiasi portatile, ma le componenti presenti sui nuovi MacBook li rendono dei computer in grado di lavorare ad alti ritmi senza far rimpiangere troppo le controparti fisse.

Quali sono i MacBook attualmente sul mercato e quali dovremmo scegliere?

Miglior MacBook: le caratteristiche

Ufficialmente i MacBook in circolazione non sono poi così tanti. Apple ha lasciato in vita due sole serie, quella Air e quella Pro. La Air è pensata per chi necessita di un ultrabook ma non può spendere una cifra molto alta.

Un MacBook equilibrato quindi, potente al punto giusto ma ugualmente trasportabile e non troppo costoso. Sui nuovi MacBook Pro c’è poco da dire: dei veri mostri di potenza, con CPU Intel di nuova generazione e schede video dedicate AMD in grado di sostituire un pc fisso di fascia medio-alta.

Il tutto in un corpo comunque dalle dimensioni ridotte e che pesa meno di 2 Kg. Troviamo poi un MacBook da 12 pollici ancora più leggero e compatto, oltre a diverse alternative di vecchia generazione ancora molto interessanti. Per capire quale tra questi MacBook fa al caso nostro, diamo un’occhiata alle caratteristiche.

Display

I computer portatili Apple al momento in circolazione hanno un display che va da 12 a 16 pollici. Cosa significa? Significa che la diagonale del loro schermo è lunga un certo numero di pollici, unità di misura che corrisponde a 2,54 cm.

Ovviamente maggiore è questo numero e più grande sarà il display, ma ad aumentare sono anche le dimensioni. E’ per questo motivo che il meglio della trasportabilità è oggi rappresentato dal MacBook 12 pollici, mentre per lavorare la scelta giusta potrebbe essere un MacBook Pro da 15 o 16 pollici, che offre un’area di lavoro più estesa.

miglior macbook

Non è solo la diagonale a fare la differenza. Altra caratteristica da tenere in considerazione è la risoluzione del display, ovvero il numero di pixel di cui è formato. Più uno schermo è ad alta risoluzione è più nitide saranno le immagini riprodotte, con un livello di dettaglio maggiore.

I MacBook di nuova generazione hanno tutti ottimi display: sono IPS di tipo Retina con risoluzioni che arrivano anche a 3072×1920 pixel. Nel mercato dell’usato e del ricondizionato si trovano MacBook di qualche anno fa: in questo caso è buona cosa controllare il tipo di display.

Nelle passate generazioni erano infatti solo i MacBook Pro ad offrire un display Retina, mentre i modelli più economici montavano display più modesti e dalle risoluzioni contenute.

CPU

Alla base di un MacBook c’è la sua CPU, ovvero il suo processore. I MacBook sfruttano processori Intel Core: i modelli variano in base al tipo di MacBook. Per quelli più economici Apple preferisce usare processore non particolarmente potenti, ma che consumano poco così da avere una buona autonomia.

E’ il caso dell’Intel Core M3, o di alcuni Intel Core i5 dual-core/quad-core. Andando sui MacBook più professionali (Air in configurazione alta e Pro) troviamo processori con più core e più performanti: i5, i7 e addirittura i9 negli ultimi modelli.

Questi garantiscono alte prestazioni e permettono di usare applicativi pesanti senza temere rallentamenti. Del resto i MacBook sono ampiamente usati per l’editing video, e le alte risoluzioni richiedono oggi una elevata potenza di calcolo.

Scheda Video

Discorso simile va fatto per le schede video, anche dette schede grafiche o GPU. Due sono le famiglie principali: schede integrate e schede dedicate.

Come lascia intuire il nome le schede video integrate non sono un componente vero e proprio, ma una parte del processore dedicata alla grafica. Fino a qualche anno fa le loro prestazioni erano veramente modeste, oggi invece più che sufficienti nell’utilizzo quotidiano e per lavori non troppo pesanti.

In base al processore Intel presente sul MacBook possiamo trovare un’integrata di tipo Intel UHD o Intel Iris. I vantaggi rispetto ad una dedicata sono i minor consumi e la possibilità di contenere il prezzo.

miglior macbook

Il vantaggio di una dedicata, inutile dirlo, consiste nella maggiore potenza di calcolo. Se per un uso base del portatile Apple non è prettamente necessaria, per lavorare a livelli medio-alti è semplicemente indispensabile.

In questo caso si può optare per un MacBook Pro con scheda grafica AMD Radeon Pro della famiglia 5xxxM. Sono schede video di nuova generazione, con 4 GB di VRAM DDR5 e in grado di velocizzare enormemente i tempi di rendering.

Memoria Interna e RAM

Non meno importanti sono le memorie di un Mac portatile. Come tutti i computer ne abbiamo di due tipi: di massa e RAM.

La memoria di massa indica la capacità di contenere file del MacBook. In passato per l’archiviazione venivano utilizzati i dischi rigidi, anche detti HDD. Oggi sono stati rimpiazzati dai dischi a stato solido (SSD) che permettono performance in lettura/scrittura estremamente maggiori.

La capacità di un SSD, anche detta “taglio”, viene misurata in GB. I MacBook più economici hanno SSD da 128 o 256 GB, ma il miglior MacBook professionale può arrivare fino a 1 TB (con ulteriori possibilità di espansione): ovviamente i prezzi salgono.

La memoria RAM invece influisce sulle performance del computer, soprattutto sulla capacità di gestire più programmi contemporaneamente (multi-tasking) e di aprire software pesanti. I MacBook di nuova generazione partono da un minimo di 8 GB, fino ad arrivare ai 64 GB delle configurazioni più estreme.

Miglior MacBook per trasportabilità: Macbook 12 pollici

Apple MacBook 12

Miglior macbook

Con un peso di appena 920 grammi il MacBook 12 pollici è il portatile Apple più leggero in circolazione, nonchè uno dei più compatti e trasportabili in assoluto. Le dimensioni ridotte però non devono trarre in inganno: la grinta da MacBook c’è e si fa sentire.

Il computer può infatti contare su un processre Intel Core, che in base alla configurazione scelta può essere un M3, un i5 o un i7. In ogni caso le performance sono più che sufficienti per utilizzare al meglio il MacBook, con una reattività veramente invidiabile.

Del resto a bordo trova posto anche un SSD da 256 GB (con opzione 512 GB). La RAM ammonta invece a 8 GB, e inizia a stare stretta solo se si ha la necessità di aprire software particolarmente pesanti.

Lato display la qualità è la stessa dei MacBook di fascia più alta. Apple ha infatti “unificato” questa caratteristica, offrendo un IPS Retina anche sul modello da 12 pollici. La risoluzione è pari a 2304×1440 pixel: superiore al FullHD garantisce una resa delle immagini perfetta.

Veramente notevole l’autonomia: il lavoro fatto da Apple permette a questo MacBook di arrivare a 10 ore di utilizzo in navigazione wireless. La ricarica avviene tramite USB Type-C, utilizzabile anche per trasferire file a una velocità massima di 5 Gbps. E’ disponibile su Amazon.

Miglior MacBook per prezzo/prestazioni: Macbook Air

Apple MacBook Air 13 pollici

Miglior macbook

Il miglior MacBook per rapporto qualità prezzo è probabilmente il MacBook Air 13 pollici. Pur non offrendo i livelli di potenza bruta di un Pro può essere utilizzato senza troppi compromessi anche a livello professionale.

Del resto la base di partenza è un display IPS Retina da 13,3 pollici con risoluzione 2560×1600 pixel. Un piacere per gli occhi: non solo alta definizione e incredibile fedeltà cromatica, ma anche tecnologia TrueTone che regola automaticamente i livelli del bianco in base alla luce ambientale.

E le prestazioni? Ci sono anche quelle: sotto la scocca trova posto un Intel Core i5 di ottava generazione, eccellente compromesso tra prestazioni e consumi. Del resto anche questo MacBook arriva alle 10 ore di autonomia.

Lato grafico troviamo la GPU integrata UHD Graphics 617. Ottima nell’uso quotidiano, ma qualora si sentisse l’esigenza di una soluzione dedicata si può ricorrere a una eGPU esterna scegliendo tra i modelli compatibili. Questa soluzione si collega attraverso una delle tue porte Thunderbolt 3 del dispositivo.

Per la RAM è possibile scegliere tra 8 e 16 GB, per l’SSD invece tra 128 e 256 GB. Uno dei MacBook più riusciti degli ultimi anni, leggero (1,25 Kg) e versatile: lo trovi su Amazon.

Miglior MacBook per lavorare: Macbook Pro

Apple MacBook Pro 13

Miglior macbook

Tanta potenza in un ultrabook dalle dimensioni contenute? L’Apple MacBook Pro 13 fa al caso tuo. Il meglio della serie Pro (a partire da Touch Bar e Touch ID) in un corpo compatto, leggero e restistente.

Il computer è spinto da un processore Intel i5 di ottava generazione, quad-core a 1,4GHz con TurboBoost fino a 3,9 GHz. Un buon compromesso tra prestazioni e consumi: una macchina da lavoro in grado di offrire 10 ore di autonomia ma anche tanta potenza quando è necessario.

Merito anche della grafica integrata Iris Plus Graphics 645, una GPU che non fa rimpiangere troppo una dedicata, che non emette alcun rumore e che consuma poco. Non mancano 8 GB di RAM e un SSD da 256 GB: una configurazione delle memorie base ma valida tanto per un uso standard del pc quanto per lavorarci, scendendo però a qualche compromesso.

Ineccepibile il display, un 13,3 pollici IPS con risoluzione 2560×1600 pixel con tecnologia TrueTone. Un alleato validissimo soprattutto per chi lavora in ambito grafico. Nuova tastiera con meccanismo a farfalla, stabile e silenziosa: con due porte Thunderbolt 3 è in vendita su Amazon.

Apple MacBook Pro 15

Miglior macbook

Ufficialmente il MacBook Pro da 15 pollici non è più contemplato nell’offerta Apple. Il colosso di Cupertino ha infatti lasciato disponibili solo i modelli da 13 e 16 pollici. Non c’è da temere: si trova infatti ancora facilmente in vendita.

Al suo interno trova posto un processore Intel i7 di ottava generazione con 6 core, che viene affiancato da una scheda video Radeon Pro 555X con 4GB di memoria VRAM. Tanta potenza, certo, e per ridurre i consumi c’è sempre l’integrata HD 630. In questo modo è possibile risparmiare batteria e arrivare a ben 10 ore di autonomia.

Molti saranno spinti all’acquisto di questo MacBook dalla sua diagonale: 15,4 pollici. E’ opinione diffusa che 15 pollici siano la scelta ideale per avere un notebook facilmente trasportabile ma con un’area di lavoro adatta ad ogni utilizzo.

Lato memorie sono previste due opzioni sia per la RAM che per l’archiviazione: 16/32 GB nel primo caso, 256/512 GB nel secondo caso. A stupire è la dotazione di porte Thunderbolt 3, ben 4.

Quanto pesa questo MacBook Pro? Un po’ più dei fratelli minori, ma comunque poco: 1,83 Kg, un compromesso giusto per avere un portatile da lavoro sempre con sè. E’ disponibile su Amazon.

Apple MacBook Pro 16

Miglior macbook

L’Apple MacBook Pro 16 è al momento il MacBook portatile più potente in assoluto. Ultimo MacBook della serie Pro, è un mostro di potenza in un corpo elegante e dall’eccezionale qualità costruttiva, con un peso complessivo di soli 2 Kg: nulla se pensiamo che si tratta di una workstation professionale.

Il display è un Retina retroilluminato LED da 16 pollici IPS con risoluzione 3072×1920 pixel. Ripetiamolo ancora una volta: questa generazione di MacBook integra i migliori pannelli mai visti su un ultrabook. Grazie alla riduzione delle cornici, poi, le dimensioni sono troppo distanti dalle dimensioni MacBook Pro 13 di vecchia generazione.

Passiamo alle prestazioni. Per il processore si può scegliere un Intel i7 6-core a 2,6GHz con Turbo Boost fino a 4,5GHz o un Intel i9, 8-core a 2,3 GHz con Turbo Boost fino a 4,8 GHz. In entrambi i casi ci troviamo tra le mani un processore ad altissime prestazioni, perfetto per lavorare.

Per la RAM si può scegliere tra 16, 32 e 64 GB: parliamo di moduli DDR4 a 2666MHz, più veloci rispetto al passato. Tanta memoria anche per l’archiviazione, con un SSD a scelta tra 512 GB e 1 TB. E’ possibile arrivare fino a 8 TB aggiungendo dischi secondari.

La scheda video, ovviamente dedicata, può essere un AMD Radeon Pro 5300M o un AMD Raedon Pro 5500M, entrambe con 4GB di memoria VRAM DDR5. Inutile dirlo, parliamo di soluzioni di fascia alta che permettono di lavorare in assoluta tranquillità anche a progetti impegnativi. Lo trovi in vendita su Amazon: per questo portatile Apple prezzo non è certo contenuto, ma appropriato a quanto può offrire.

Miglior MacBook economico: i ricondizionati

Apple MacBook Air 13 MJVE2LL 

Miglior macbook

Il mercato dei prodotti usati e ricondizionati pullula di offerte, e acquistare un MacBook miglior prezzo di qualche anno fa è una tentazione forte. Le offerte accontentano veramente tutti i portafogli, ma il minimo da cui partire è per me Apple MacBook Air MJVE2LL del 2015.

Soluzioni anteriori a questa, per quanto più economica, hanno veramente poco senso. Sì, possono essere acquistate un po’ per gioco un po’ per esperimento, ma difficilmente saranno una valida scelta nel 2020.

Questo MacBook invece ha tutte le carte in regola per essere un buon ultrabook economico. Il difetto principale è il display da 13,3 pollici di tipo TFT e risoluzione 1440×900 pixel. Nemmeno tanto male, ma il confronto con i display dei nuovi MacBook è impietoso.

Questo Air risale infatti ai tempi in cui erano i soli Pro a vantare un display IPS Retina: gli altri MacBook si accontentavano di pannelli molto più modesti. Un secondo limite potrebbe essere dato dall’SSD da 128 GB, ma la poco abbondante archiviazione è un problema che riguarda anche le versioni base dei nuovi MacBook.

Quanto a prestazioni, nulla da temere: l’i5 5250U con gpu HD6000 e 4 GB di RAM DDR3 tiene ancora bene il passo. L’ottimizzazione Apple fa poi in modo di avere tra le mani una macchina che, anche se non all’ultimo grido come componenti, risulta ancora validissima nell’uso quotidiano.

Poco altro da aggiungere: pesa 1,35 Kg e a questo prezzo può essere tranquillamente un’alternativa a un notebook Windows pari-prezzo: puoi acquistarlo su Amazon.

Apple MacBook Pro Retina 13 MGX72LL/A

Miglior macbook

Il MacBook Pro fa gola a tanti, ma il suo prezzo non è certo alla portata di tutti. Che fare allora? Si può sempre optare per l’acquisto di un computer di qualche anno fa come l’Apple MacBook Pro Retina 13 MGX72LL/A. E’ risaputo che i notebook Apple invecchiano bene, e questo dispositivo ne è la prova.

Partiamo dal display, caratteristicha che come abbiamo visto più di ogni altra cosa differenzia un MacBook vecchio da uno di ultima generazione. In questo caso non c’è da temere: troviamo un pannello da 13,3 pollici Retina con risoluzione 2560×1600 Pixel. Un display superiore al FullHD su un computer da meno di 1000 euro? Sì, è possibile.

Del resto non da meno sono le performance. Grazie al processore i5 4278U questo MacBook Pro può contare su una riserva di potenza bruta veramente stupefacente: ancora oggi si destreggia bene tra i vari compiti, supportato da 8 GB di RAM DDR3.

L’SSD da 128 GB è abbastanza limitante, ma con uno esterno si può sopperire abbastanza comodamente al problema. Peso e dimensioni sono contenuti: 1,57 Kg sono in linea anche con gli standard attuali.

Buona anche la dotazione di porte, che include due USB 3.0 e due Thunderbolt (purtroppo di tipo 2). Il confronto con i nuovi MacBook Pro è iniquo, ma vale quanto costa: è disponibile su Amazon.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

MacBook quale comprare

Recensione Apple MacBook Pro 16

Cover MacBook

Potrebbero interessarti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social

1,944FansLike
17,481FollowerSegui
574FollowerSegui
2,500IscrittiSottoscrivi

Ultime recensioni

Migliore smartphone 300 euro, i modelli più interessanti di fascia media

Tanti cellulari sono candidati al titolo di migliore smartphone 300 euro. In questa fascia di prezzo è possibile scegliere tra un numero...

Migliore smartphone 200 euro, i modelli economici più interessanti

Chi deve cambiare oggi il proprio smartphone e non vuole investire un budget elevato ha solo l'imbarazzo della scelta. La fascia medio-bassa...

Miglior reflex economica, i modelli a basso prezzo più interessanti sul mercato

La fotografia: un mondo affascinante e complesso in grado di attrarre tantissimi, giovani e non. Che tu sia un novellino che sta...

Nikon Mirrorless, fotocamere professionali compatte adatte a tutti

Nikon è da sempre un punto di riferimento nel mondo della fotografia. Più cento di anni esperienza permettono al colosso nipponico di...