Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, una mirrorless anti-reflex

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, la mirrorless compatta ed economica che dà filo da torcere a molte reflex pari prezzo

914
Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K

Scegliere la propria fotocamera tra reflex o mirrorless diventa sempre più difficile, tanto più quando vengono lanciati sul mercato dispositivi che rendono molto labile la differenza tra le due categorie. In questa recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K ti parlerò proprio di un dispositivo di questo genere.

Compatta ed economica come una mirrorless, ma con molti assi nel manica: una fotocamera tutta da scoprire, che non fa rimpiangere una reflex vera e propria.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, ergonomia e design

Le dimensioni della Panasonic lumix gx80 sono estremamente contenute, rendendone la presa piuttosto agevole, sopratutto per chi ha le mani non particolarmente grandi. Lo scarso ingombro sopperisce in parte alla mancanza di forme propriamente ergonomiche, con la fotocamera che risulta essere più spigolosa di una normale reflex.

La prevalenza di linee dritte, però, conferisce alla mirrorless una piacevole aria vintage. La costruzione è buona e non dà mai segni di cedimento, ma manca la tropicalizzazione, il che rende la fotocamera più esposta ai danni di un utilizzo all’esterno.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K In generale, una costruzione ben riuscita, confermata dal peso di poco inferiore ai 425 grammi, che conferma anche al tatto la non economicità del prodotto.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, sensore

A bordo troviamo un sensore MOS Digital Live da 16Megapixel, una risoluzione non altissima, ma ancora adeguata a questa fascia di prezzo. Le prestazioni sono paragonabili a quelle di un APS-C di una reflex pari prezzo.

Resa cromatica molto buona, range ISO piuttosto ampio (fino a 25600): la riduzione del rumore digitale è ottima fino a 3200, continuando a salire lavora bene, ma la perdita di dettaglio rende gli scatti utilizzabili solo accettando parecchi compromessi.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, autofocus e prestazioni

Sorprendentemente buona la messa a fuoco di questa fotocamera Panasonic: l’AF è basato su 49 aree di contrasto, a cui si aggiunge il sistema DFD. Analizzando le differenze dell’immagine a istanti di tempo consecutivi, la mirrorless riesce a garantire una buona messa a fuoco, anche durante le riprese.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-KL’inseguimento è veloce e preciso, con l’autofocus che funziona bene anche sono soggetti in movimento. La tecnologia PostFocus, inoltre, sfrutta le potenzialità di ripresa in 4K per ottenere una messa a fuoco sempre perfetta.

La Lumix restituisce quindi scatti sempre all’altezza, confermando di saper fare bene il proprio mestiere: in questo senso, non fa per nulla rimpiangere una reflex.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, caratteristiche secondarie, autonomia e connettività

Oltre alla maggior portabilità, a far propendere per una mirrorless piuttosto che per una reflex è il maggior bagaglio di feature a disposizione. La Panasonic Lumix DMC-GX80 lo conferma: caratterstica interessante, già accennata, è la possibilità di registrare video in 4K a 30 fps.

Non manca anche un flash integrato, dalle potenzialità piuttosto modeste, ma è presente una slitta per ricorrere a flash esterni di maggiori capacità. Il display è un classico 3 pollici touchscreen, che rende l’utilizzo della fotocamera ancora più semplice e immediato.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-KE’ orientabile, ma solo verticalmente: 90° gradi verso l’alto (con il display che diventa dunque perpendicolare al copro macchina) e 45° verso il basso. Viene eliminata quindi la possibilità di utilizzare lo schermo per gli autoscatti.

Manca l’NFC, ma c’è il Wi-Fi: grazie all’app dedicata, è possibile un controllo pressocchè totale della fotocamera via smartphone. Non particolarmente brillante l’autonomia dichiarata pari a 300 scatti, ma la stima di Panasonic è stata in verità molto pessimistica.

Recensione Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K, conclusioni

Nella fascia di prezzo in cui va a posizionarsi, la Panasonic Lumix DMC-GX80 è probabilmente una delle, se non la migliore, alternativa. Difficile trovare una reflex che possa vantare un ingombro così ridotto e, al tempo stesso, tante feature simili.

La risoluzione non è altissima, è vero, ma con questo budget a disposizione non è un limite che si fa sentire particolarmente. In compenso, l’autofocus è veramente soddisfacente, così come lo è la gestione del rumore digitale, che fa fatica solo su livelli ISO particolarmente elevati.

Di contro, questa camera ha tante feature che spesso mancano su reflex vendute allo stesso prezzo: la possibilità di registrare video in 4K, ad esempio, o anche il controllo della fotocamera da smartphone grazie al modulo Wi-Fi.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

⬇️VUOI CONTATTARMI SU FACEBOOK? USA IL TASTO IN BASSO⬇️
RASSEGNA PANORAMICA
ERGONOMIA
SENSORE
AUTOFOCUS
CONNETTIVITA'
AUTONOMIA